Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

Proposta Scuola 2017

Il parco dei Dinosauri e l'Era Glaciale

Novità SCUOLE 2017

Per la prima volta in Sardegna uno straordinario percorso con i Dinosauri che grazie a sofisticate tecniche animatroniche sono in grado di muoversi, respirare, osservare, ruggire… insomma vivere! L’occasione dunque per poter ripercorrere gli scenari di 250 milioni di anni fa alla scoperta di questi incredibili giganti preistorici, gli animali più misteriosi e affascinanti della storia dell'evoluzione riprodotti in scala naturale e con rigore scientifico grazie alla consulenza  di illustri paleontologi. In una cornice ricca di suggestioni potremo ammirare da vicino la possente mole dell'Apatosauro con i suoi 18 metri di lunghezza e via via  lungo tutto un’arco evolutivo di 250 milioni di anni, le specie che hanno catturato la nostra curiosità fino ad arrivare al possente e feroce Tirannosaurus-rex riprodotto anch’esso con tecniche animatroniche a grandezza naturale, più grande di un autobus di linea con i suoi 14 metri di lunghezza e le 7 tonnellate di peso che lo trasformava in assoluto  nel cacciatore più temibile del giurassico.


Per la stagione 2017 Il Parco dei Dinosauri si arrichisce di altre specie preistoriche che renderanno il percorso  sempre più ricco e sorprendente!

Lasciata l'imponente mole dell'Apatosauro con i suoi 18 metri di lunghezza, ci troveremmo di fronte un gigantesco Quetzalcoatlus alto 8 metri e con un'apertura alare di ben 12 metri, vissuto nel Cretaceo superiore, circa 68-66 milioni di anni fa, in Nord America. Proseguendo nel percorso osserveremmo la scena della lotta per la sopravvivenza che vede protagonisti da una parte un gruppo di Velociraptor intenti ad attaccare un Pachycephalosaurus per nulla intimorito e pronto a difendersi con la sua particolare calotta cranica. Alla fine di un percorso avvincente lungo milioni di anni, nella quale troveremmo ben 30 modelli animati e a grandezza naturale si arriverà all'era glaciale dove a causa del mutato paesaggio, troveremmo animali anche di piccola taglia ma dotati di pelliccia per difendersi dalle rigide condizioni atmosferiche. Protagonista indiscusso di questo tempo è il Mammouth, realizzato anch'esso in grandezza naturale e in due specie, il Primigenius (poco più grande di un elefante africano) e l'imponente “Sungari alto ben 5 metri al garrese e lungo circa 10 è questo il mammouth più grande mai ritrovato che evolse dal più piccolo Mammuthus primigenni fa.

Faranno degna cornice a questi esemplari, la Tigre dai denti a sciabola, il Dodo, il Megalonyx una specie di Bradipo, ed il cronopio dentiacutus, tutti animati e riprodotti fedelmente tali da dare la sensazione di rivivere le emozioni di un'era lontana in cui anche l’Homo sapiens che popolò l’Europa a partire da 30.000 anni fa, andava a caccia e lottava per la sopravvivenza.


logo-Parco

Con l'arrivo dei nuovi modelli e la spettacolare realizzazione dell'era Glaciale, il Parco dei Dinosauri della Sardegna in miniatura si pone come il più completo percorso stabile di Dinosauri animati a grandezza naturale realizzato in Italia rappresentando  dunque il punto di riferimento per gli appassionati, grandi e piccoli, di paleontologia del mesozoico dove, con l'osservazione diretta e  i percorsi guidati, si potrà "vivere" un'esperienza davvero mostruosa!

 

Il Parco Sardegna in Miniatura: un Polo integrato di divulgazione scientifica dedicato alla didattica

Grazie alle attività proposte dal Parco in questi anni, coadiuvati da primari enti di ricerca quali Sardegna ricerche, CRS4, L’Istituto Nazionale di Astrofisica con L’Osservatorio Astronomico di Cagliari e da società specializzate nella divulgazione scientifica come Laboratorio scienze, si è potuto creare un’insieme di proposte culturali e formative tali da costituire l’ossatura di un vero Polo di divulgazione scientifica. 

 Anche per l’Anno Scolastico 2016/2017 , il parco Sardegna in miniatura  propone un ampio ventaglio di attività educative suddivise in più  filoni tematici sempre aggionate  nei contenuti e negli strumenti di supporto anche alla luce delle nuove scoperte ed osservazioni in campo naturalistico e  astronomico:

  • Il Parco miniature, Ricostruzione di un  villaggio nuragico del periodo del ferro, Percorso botanico
  • la Biosfera con la grande voliera dei pappagalli: una vera foresta tropicale, unica in Sardegna, animata dal volo di farfalle dai colori sorprendenti, dalla presenza di animali come il camaleonte, gli insetti dal mimetismo sorprendente    
  • Il mondo dell’Astronomia con il Museo ed il Planetario tra i più importanti in Italia  

Tutte le attività proposte saranno come sempre interattive e modulate a seconda delle classi di età, tenendo sempre ben presente che le esperienze concrete fanno sorgere domande e curiosità, ed agevolano l’apprendimento.